Bez gluten

logo BEZ GLUTEN-2

“Siamo importatori di prodotti gluten free ma gestiamo un partneriato con aziende artigianali che ci procurano prodotti giornalmente sfornati per gli utenti celiaci, sensibili al glutine o comunque traenti beneficio dall’esclusione dalla propria nutrizione delle proteine glutiniche”, lo racconta Raluca Grigoras, titolare di  MSG e  Progress srl. Il brand pilota è stato sin dall’inizio (2007) il produttore polacco BEZGLUTEN, con stabilimento principale in Krakovia e una gamma di prodotti per la prima colazione, paste alimentari, pane, dolci, birre, panettoni, cucina regionale, piatti pronti, ecc.

Importatore unico per Italia, Malta e Nord Africa, l’azienda distribuisce in negozi specializzati, farmacie, parafarmacie e settore Horeca del nostro Paese. Le dinamiche e la logistica distributiva presentano ordinarie difficoltà comuni a qualunque canale di vendita, a detta dell’azienda, e queste difficoltà si equilibrano con i vantaggi, come accade comunemente in tutti i settori produttivi e distributivi. Aggiunge Grigoras: “Le farmacie si occupano lodevolmente dell’intera materia da sempre. La  farmacia rimane un punto-acquisto di riferimento per rifornirsi del deglutinato. Solitamente la disponibilità dei prodotti e ben variegata, dal secco al surgelato. Non si può quindi non riconoscere l’efficace presenza di un primario gestore di salute in questo ambito tanto delicato. La farmacia anche nell’alimentazione dedicata, sostiene e soddisfa al meglio le necessità tutte del celiaco”. Accanto a questo canale di pregio, però, si colloca con forza il negozio specializzato del quale Grigoras ha esperienza diretta: “Gli shop specializzati, in continua espansione nell’intero Paese, costituiscono ormai presenze dinamiche e a volte paradigmali per la diffusione capillare del senza glutine. Lo spirito parafarmaceutico spinge tanti interessati, molti con lauree di sanità, a gestire in proprio la vendita al dettaglio dei prodotti gluten free, consolidando un successo previsto. Il nostro Free Frachising Il Mondo senza Glutine allestisce e avvia tali punti vendita autonomi in tutto il territorio italiano. Si pone al 1° posto nel settore dei punti vendita specializzati in franchising libero, 35 punti attivi alla data del 22.11.2013″.

Per l’esperienza dell’azienda, la GDO non appare ben attenta ai benefici che potrebbe comodamente offrire alla propria clientela intollerante, garantendo a se stessa migliori rientri, come spiega Grigoras: “Tanto spesso notiamo una gestione del corner senza glutine inspiegabilmente raffazzonata, fatte salve, come ovvio, alcune lodevoli realtà di preciso intento e completezza. Angoli dedicati ben forniti e gioiosi, con decine di prodotti diversi, darebbero prova che si è compreso quanto essi possano accrescere prestigio e business. Sono da scartare, pertanto, quegli sconsolanti pacchettini di pasta monomarca in espositori recanti la scritta, spesso poco visibile, che possono essere spesi i buoni mensili. Temiamo che sarà pur sempre una spesa limitata in quanto non vi si trova tutta la varietà di prodotti e di marche che il celiaco cerca”.

Sulla questione prezzi, la differenza accettabile fra il prodotto convenzionale e quello specificamente preparato per l’utenza celiaca per Raluca Grigoras non dovrebbe superare il 35-40%. Ma provvidenzialmente il meccanismo intrinseco delle vendite, cioè il confronto dei prezzi, allinea inevitabilmente i celiaci nella direzione del risparmio programmato e attento. In questo contesto la figura del distributore promuove di continuo la migliore offerta di prezzo, per qualità e quantità. Aggiunge Grigoras: “La concorrenza dà sempre i suoi buoni frutti a beneficio principalmente degli utenti-consumatori“.

L’azienda organizza molte iniziative per il mondo del senza glutine: campionature periodiche, promozioni, giornate di degustazione, incontri specialistici con relatori nutrizionisti, informativa continua tramite web e con cartaceo e fiere. “Anche se – sostiene Grigoras – dobbiamo pur dire che, solitamente, è la bontà dei prodotti e il benessere perdurante dopo l’assunzione di essi a tenere il timone del successo di vendita e della fidelizzazione verso alcune marche e per specifici prodotti”.

L’edizione 2013 ha visto l’azienda partecipare per il primo anno al Gluten Free Expo, dopo il sopralluogo come visitatori fatto nel 2012. Conclude Grigoras: “Ci accorgemmo allora dell’attenta presenza conduttiva, dell’ambiente ad hoc, dell’eco percepita successiva al dicembre di fiera. Quella appena vissuta del 2103 è stata una esperienza entusiasmante, per i contatti perfezionati e anche per il bellissimo incontro con un pubblico a diverso titolo interessato e gradevolmente partecipe a questa fiera del cibo di salute con la scoperta di tanti nuovi sapori che hanno sorpreso e intrigato ospiti ed espositori”.

[ilink url=”http://www.bezglutenitalia.it”]Info[/ilink]