Category Archives: Diete

Free from: dove va il mercato?

6ottobre

Il numero di consumatori che – per scelta o per specifiche esigenze alimentari – acquista prodotti “free” è in aumento e il mercato è in crescita costante in Gdo, in farmacia, nelle insegne specializzati, nel normal trade e anche nel canale horeca.

L’industria alimentare, la ristorazione e i distributori sono impegnati nello sviluppo di nuovi prodotti/servizi alimentari per l’inclusione sociale e la promozione della qualità di vita dei soggetti con esigenze specifiche.

Facciamo il punto sulle prospettive del mercato, sulle dinamiche dei diversi canali e sulle strategie vincenti al nostro convegno a Milano, 6 ottobre 2016.

Programma e info per l’iscrizione nella nostra sezione APPUNTAMENTI

Less is more: moda o salute?

Fra i prodotti salutistici, quelli che puntano sull’eliminazione di grassi, sostanze non salutari o possibili elementi incompatibili con le esigenze di alcuni consumatori stanno assumendo sempre più importanza. Lo evidenziano anche i dati presentati da Nielsen nel rapporto “Gli italiani e la buona tavola”.

I prodotti identificati come “less is more”, o alimenti “alleggeriti” spesso offrono un vantaggio per la salute, o almeno così vengono percepiti dai consumatori: il 35% di un panel di intervistati li ritiene infatti importanti per l’assenza di colesterolo, di grassi (29%), di sodio (29%), di zucchero (27%),di calorie (22%). Gli italiani, inoltre, sono interessati alle porzioni controllate (21%), senza carboidrati (18%), a basso contenuto di fruttosio (16%), senza caffeina (12%) e senza glutine (11%).

Un interesse che si traduce in precisi trend di mercato. Diversi prodotti presentati come leggeri e più facilmente digeribili sono cresciuti nell’ultimo anno.

Senza grassi
Il segmento sviluppa un giro d’affari totale di circa 25 milioni di euro, rappresentati in massima parte da patatine e formaggi. In entrambi i casi, il prodotto light o delattosato rappresenta il 4/5% del totale del mercato di riferimento. Nell’anno mobile terminante a marzo 2015 i formaggi hanno sviluppato un giro d’affari di 10 milioni di euro, con un incremento del 2% rispetto ai dodici mesi precedenti. Più netto l’incremento delle patatine light, che mettono a segno un +9% raggiungendo gli 11 milioni di fatturato.
Peccato che quattro fra i maggiori produttori del settore, San Carlo, Amica Chips, Pata, Ica Foods, siano stati pesantemente sanzionati dall’Antitrust per aver attribuito a taluni prodotti specifiche caratteristiche nutrizionali o salutistiche non corrette.

Senza lattosio
I prodotti a ridotto contenuto di lattosio sviluppano complessivamente 477 milioni di euro di vendite, in crescita del 15% nei dodici mesi considerati. Il trend più dinamico è quello del latte di riso, con un incremento del 39% per un totale di 29 milioni di euro, seguito dal latte di soia con un +23% (103 milioni di euro) dal latte fresco microfiltrato ad alta digeribilità con un +11% (36 milioni di euro) e dal latte UHT alta digeribilità, che con un +9% totalizza 211 milioni di giro d’affari. Cala invece del 7% il latte fresco.

“Meno glutine”
La definizione del segmento data dal rapporto Nielsen è già emblematica della confusione che regna nel settore, visto che i dati considerati si riferiscono, giustamente, a pasta e biscotti senza glutine.
Il comparto registra un incremento globale del 31%, guidato appunto dai due segmenti citati. La pasta cresce del 33% attestatosi su un volume d’affari di 23 milioni di euro annui, contro gli 874 milioni della pasta di semola che registra una flessione dell’1%. I biscotti mettono a segno un +34% per un totale di 14 milioni di euro, contro i 993 milioni degli analoghi prodotti convenzionali, anch’essi in flessione dell’1 per cento.

I risultati delle patatine, che premiano sostanzialmente claim che non coincidono con il reale contenuto salutistico dei prodotti, indicano un comportamento “emozionale” di un consumatore fortemente influenzabile e poco attento, o poco capace, di leggere e interpretare le etichette degli alimenti.

L’attenzione alla salute è un fenomeno di moda? Lo lasciano supporre anche i dati del senza glutine, che superano di gran lunga quelli attesi in base all’incidenza della celiachia in Italia, che si attesta intorno all’1%.
Il caso degli Stati Uniti è emblematico: meno dell’1% della popolazione è celiaca, il 6% è ipersensibile o intollerante ma ben il 30% degli americani adulti sceglie di evitare il glutine. C’è addirittura chi parla di una “bolla” del senza glutine che finirà per sgonfiarsi. Di certo, siamo di fronte a un mercato gonfiato nelle dimensioni e nei prezzi, che nei prossimi anni dovrà stabilizzarsi su valori più attinenti alla realtà.

Pratici da portare con sé, buoni e… sostitutivi!

Regola d’oro per chi desidera controllare il proprio peso è non saltare i pasti principali della giornata, per non arrivare troppo affamati al pasto successivo. Le referenze Pesoforma della linea “il mio pasto” sono la soluzione pratica per sostituire in modo completo ed equilibrato il pranzo o la cena, o per integrare una dieta settimanale da 1200 kcal giornaliere.

In casa Nutrition & Santé arrivano i Biscotti al Mirtillo, la novità firmata Pesoforma che fornisce in sole 319 kcal (2 biscotti) tutti i nutrienti essenziali per il proprio benessere, un’appropriata quantità di proteine, utili al mantenimento della massa muscolare, e il corretto apporto di vitamine e minerali per evitare carenze durante la dieta. Una soluzione pratica e veloce da portare sempre con sé ogni giorno.

Ma non sono passati inosservati ai più golosi le nuove Barrette di Cioccolato al Latte con un goloso ripieno al Cocco, dove il sapore del cioccolato incontra il gusto esotico del cocco dando vita a un pasto sostitutivo dal “cuore goloso” ricco di proteine e con un giusto equilibrio di carboidrati e grassi.

Le nuove Barrette Pesoforma Cuore di Cocco sono state realizzate con una tecnologia innovativa che ha permesso di ottenere un ripieno morbido e avvolgente in cui la delicatezza delle deliziose scaglie di cocco si sposa perfettamente con la dolcezza del cioccolato al latte. Una miscela perfetta di gusto e sapore per un pasto sostitutivo squisito disponibile oggi in confezioni dal design vivace e colorato.

Disponibili in GDO e farmacia.

[ilink url=”http://www.pesoforma.com”]Pesoforma[/ilink]

Indicati per la perdita e il controllo del peso

I pasti sostitutivi hanno ottenuto dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA, European Food Safety Authority) il riconoscimento di essere prodotti efficaci per la perdita e il mantenimento del peso. L’importante riconoscimento dell’EFSA, autorità che dal 2002 opera a livello europeo nella valutazione e comunicazione dei rischi relativi alla sicurezza di alimenti e mangimi, fa dei pasti sostitutivi l’unica categoria di dimagranti di libera vendita riconosciuta utile nella perdita di peso da parte dell’EFSA. In Europa sono autorizzati a riportare sulle confezioni tali claim, eleggendoli a categoria di prodotti di efficacia provata e approvata.

I pasti sostitutivi sono alimenti destinati a diete ipocaloriche, volte alla riduzione del peso e possono esere usati per sostituire in modo completo due pasti (perdita del peso) oppure un pasto (mantenimento del peso dopo la perdita di peso) durante la giornata. I pasti sostitutivi per diete ipocaloriche volte al controllo del peso sono formulati in base al Decreto n.519/98 del Ministero della Salute e riportano in etichetta le indicazioni e le modalità d’uso stabilite da una regolamentazione europea molto precisa:

  • Ipocalorici, ovvero che apportano tra le 200 e le 400 Kcal per pasto,
  • contenuto di grassi che non deve superare il 30% dell’energia totale,
  • contenuto proteico tale da apportare dal 25% al 50% dell’energia in proteine. Esse contribuiscono al mantenimento della massa muscolare.

Pesoforma, marchio leader del segmento, seguendo le nuove indicazione EFSA, mette in evidenza il claim perdita e mantenimento del peso sulle nuove confezioni di pasti sostitutivi Pesoforma.

[ilink url=”http://www.pesoforma.com”]Info[/ilink]

Il Bellessere inizia dal pasto

Alcuni lo vivono come una costrizione finalizzata al raggiungimento del peso forma; per altri lo sport è passione, divertimento e fonte di soddisfazione. Qualunque sia il motivo che ci spinge in palestra, è necessario affiancare all’attività sportiva un’alimentazione sana ed equilibrata, in grado di fornire l’apporto di tutti i nutrienti essenziali e di consentire lo smaltimento della sola massa grassa.

In occasione di Cosmofarma 2013 MDM Group, gruppo leader in Italia nel mercato dei dispositivi estetico-medicali e dei percorsi di benessere psicofisico della persona, ha presentato LIFE COMPLEX. Si tratta di un percorso di rieducazione alimentare iperproteico e ipocalorico, che favorisce la perdita di peso preservando la massa magra e il tono muscolare. Elaborato in base agli esiti del test del DNA, consente di individuare un piano alimentare personalizzato, specifico per tipologia di metabolismo: ogni individuo infatti assimila in modo diverso i cibi e il test genetico Life Complex consente di individuare quelli da escludere o integrare nella dieta, ai fini della remise en forme.

Massimo Delle Grazie, Direttore Generale MDM Group, dichiara “Life Complex si propone come percorso di ri-educazione alimentare a 360°, ovvero, grazie alla competenza della nostra dietista diamo consigli sia nutrizionali, sia a livello di buone pratiche e stili di vita. Essendo il cibo fonte di energia, salute e bellezza, Life Complex rientra nella filosofia del Bellessere di cui MDM Group si fa portatrice: i nostri clienti potranno trarre giovamenti sia dal punto di vista estetico, guadagnando un aspetto più giovane e in forma, sia psicofisico, sentendosi meglio con il proprio corpo”.

Il programma LIFE COMPLEX dura complessivamente 15 mesi (di cui 10 di dimagrimento e 5 di mantenimento) e prevede per la prima settimana di ogni mese l’assunzione dei cibi contenuti nella  QB Box acquistabile in farmacia, mentre nelle tre settimane successive di ciascun mese si osserva un programma personalizzato da una Dietista Life Complex.

Durante il periodo di dimagrimento e quello di mantenimento l’azienda suggerisce l’impiego di specifici cosmetici rassodanti e rimodellanti, oltre ad alcuni integratori. Per tutta la durata del percorso, presso le farmacie aderenti, è possibile sottoporsi ai trattamenti di radiofrequenza e ossigeno terapia LIFE COMPLEX, per ridurre le possibili lassità cutanee conseguenti alla perdita di peso.

[ilink url=”http://www.lifecomplex.it “]LIFE COMPLEX[/ilink]