Category Archives: In primo piano

Così tuteliamo il bio in Gdo: accordo Federbio-Federdistribuzione

bio

Le due organizzazioni hanno firmato un protocollo d’intesa che stabilisce gli ambiti e le modalità organizzative di una stretta e fattiva collaborazione fra le due organizzazioni relativamente al mercato dei prodotti biologici in Italia, che vede la Grande Distribuzione Organizzata sempre più protagonista in un settore il cui valore è riconosciuto dal consumatore e che ha registrato una crescita del 20,6% in valore nel primo semestre del 2016 (Fonte: Ismea-Nielsen).

Federdistribuzione e FederBio con questo accordo attiveranno un coordinamento operativo permanente allo scopo di condividere informazioni e iniziative nei rispettivi ambiti di competenza. Ciò si concretizzerà con un’attività di prevenzione delle situazioni di rischio per garantire l’integrità del mercato, un miglioramento dei sistemi di gestione della conformità dei prodotti biologici di competenza delle imprese, l’adozione di sistemi di tracciabilità di filiera e sistemi di qualifica dei fornitori sulla base di standard condivisi.

“Si tratta di un accordo importante che mira a prevenire le frodi in cui possono incorrere inconsapevolmente anche gli operatori commerciali. Attraverso la collaborazione con FederBio e quindi un costante flusso informativo sul mercato dei prodotti biologici, siamo convinti che si possa fare molto per tutelare i consumatori e salvaguardare la garanzia di prodotti che costituiscono un valore aggiunto negli assortimenti della GDO” dichiara il Presidente di Federdistribuzione Giovanni Cobolli Gigli.

“La firma del protocollo d’intesa è un passaggio importante di un percorso di collaborazione già avviato da tempo e testimonia la volontà comune di lavorare per contribuire a rendere sempre più reali e stringenti le garanzie per i consumatori che acquistano prodotti biologici certificati anche sugli scaffali della Grande Distribuzione Organizzata. Dobbiamo lavorare sempre più e meglio per la prevenzione delle frodi con tutti gli attori della filiera e del mercato” dichiara il Presidente di FederBio Paolo Carnemolla.

FORWARD – Accesso ai mercati internazionali

Communication échange internet

Forward identifica una serie di concrete attività di supporto commerciale studiate per le  aziende che intendono approcciare e penetrare nuovi mercati internazionali.

E’ nato dalla volontà di Elisabetta Orlandi, sua founder, di mettere a disposizione delle aziende strumenti e attvità concrete che facilitino l’inserimento delle eccellenze italiane in nuovi mercati; tramite attività di ricerca, contatto e promozione del brand aziendale, FORWARD si impegna per aprire all’azienda una porta sul mercato internazionale.

Attualmente la ricerca di nuovi mercati di sbocco è una scelta strategica per molte PMI e rappresenta una leva determinante per l’ampliamento del business aziendale.

Per mettere in atto questo processo di cambiamento e di crescita, le PMI necessitano del supporto di professionisti che possano lavorare fianco a fianco dell’imprenditore, proponendo strategie efficaci e dando risposte concrete, accompagnando l’impresa in questo percorso di sviluppo.  In questo contesto d’internazionalizzazione, FORWARD si propone di supportare l’azienda, tenendola per mano nelle delicate fasi iniziali di approccio, curando la promozione del suo brand con efficacia e costanza, trattando per lei con il primo obiettivo di definire nuove partnership commerciali vantaggiose, e infine fidelizzare la relazione con il prospect acquisito.

Un network globale di contatti strategici in diversi paesi – maturato grazie a una pluridecennale esperienza nelle relazioni pubbliche e commerciali all’estero – unito a competenze commerciali e linguistiche specifiche, ci consentono di aumentare le probabilità di successo nella concretizzazione di nuove partnership.

La forza di FORWARD è infatti il relazionale e la capacità d’interazione con conseguente creazione di nuove sinergie. Tutto ciò, unito alla conoscenza di diverse realtà economiche e culturali, a una forte passione per il nostro lavoro e all’utilizzo di database e modelli gestionali semplici ma molto efficaci, risulta un connubio fondamentale per sviluppare business con partner profilati nei paesi esteri.

FORWARD vanta collaborazioni di successo con diverse associazioni di categoria (CNA, Confartigianato) e aziende con le quali ha ottenuto risultati concreti. Le attività di scouting, interpretariato e supporto a fiere e manifestazioni di settore sono fra gli strumenti attualmente più efficaci e immediati che ci proponiamo di utilizzare per aprirvi un canale diretto con il mercato internazionale.

 

Per informazioni e contatti:

Elisabetta Orlandi

mob.+39 333 98 92 564

forward@elisabettaorlandi.it

info@elisabettaorlandi.it

www.elisabettaorlandi.it

Gluten Free Expo si conferma il riferimento per il mercato

_dsc9910

Decisamente positivo il bilancio dell’edizione 2016 di Gluten Free Expo, il salone internazionale dedicato ai prodotti e al mercato senza glutine organizzato da Exmedia, società di Italian Exhibition Group. La manifestazione ha ottenuto un ottimo riscontro da parte del pubblico professionale sia italiano sia estero con numeri caratterizzati da una notevole crescita (+ 52% di visitatori esteri) che la confermano come l’unico evento di riferimento internazionale.
Grande soddisfazione da parte degli espositori per l’affluenza registrata e per il programma di incoming che ha coinvolto buyer esteri provenienti da Austria, Belgio, Germania, Danimarca, Spagna, Finlandia, Francia, Lettonia, Moldavia, Norvegia, Polonia, Svezia, Regno Unito, Slovacchia con oltre 300 incontri B2B.
Inoltre, hanno visitato la fiera anche delegazioni provenienti da Malta, Uruguay, Emirati Arabi, Qatar, Svizzera, Brasile e Turchia.

“Ci interessava e ci interessa questo settore di attività perchè corrisponde  alla nostra linea di carattere generale che è quella di prestare grandissima attenzione a tutti i settori altamente qualificati e specializzati dell’universo alimentare. – Ha dichiarato Lorenzo Cagnoni, Presidente di IEG, Italian Exhibition Group – Venendo a Rimini la manifestazione è cresciuta molto. Quest’anno ha mostrato ancora indici di sviluppo e di crescita rispetto all’edizione dell’anno scorso in termini di superfici vendute.”

Molti espositori hanno già riconfermato per il 2017 e tra questi, The Korea Rice Foodstuffs Association ha firmato con gli organizzatori un accordo di collaborazione triennale per partecipare nei prossimi anni attraverso una collettiva di aziende coreane con la volontà di allargare gli orizzonti del mercato senza glutine europeo.

“Siamo lieti di questa collaborazione internazionale che si inserisce in un percorso di crescita che ci vede protagonisti nel mercato europeo – ha dichiarato Juri Piceni, AD di Exmedia – Questa partnership ci permette di promuovere e sviluppare la nostra manifestazione anche in Asia.”

Gluten Free Expo 2016, inoltre, è stato ricco di eventi come show cooking e conferenze rivolte ai professionisti, i primi Gluten Free Awards, il secondo Campionato Europeo di pizza senza glutine e la presentazione in anteprima europea del marchio Lfree che identifica e certifica i prodotti lactose free e dairy free.

Infine, la manifestazione è stata un’importante vetrina per presentare la prima edizione di Lactose Free Expo, il salone dedicato ai prodotti e al mercato senza lattosio che si terrà in contemporanea con la sesta edizione di Gluten Free Expo alla Fiera di Rimini dal 18 al 21 novembre 2017.

Marketing del gluten free: dalle certificazioni al food storytelling

convegno-milano

Il tema del ruolo delle certificazioni è emerso con evidenza nel corso del nostro convegno Mangiaregiusto, tenutosi il 6 ottobre scorso a Milano. La domanda che molti dei partecipanti hanno posto è: la certificazione è realmente uno strumento di tutela del consumatore o si limita ad essere una scelta di marketing delle aziende? E in tal caso, si tratta di una scelta corretta, considerato che il processo di certificazione implica un costo che va a gravare su un prezzo che, per esigenze produttive specifiche, è già più elevato di quello di prodotti alimentari convenzionali?

Le domande, in quella sede, non hanno trovato risposta. O meglio, sono state fatte una serie di ipotesi e considerazioni che, anche in accordo con i partecipanti all’incontro di Milano, abbiamo ritenuto valesse la pena approfondire.

Ecco perché è stato organizzato il convegno Marketing del gluten free: dalle certificazioni al food storytelling nell’ambito del Gluten Free Expo. Vi aspettiamo il 21 novembre alle ore 15 in Sala Tiglio 1.

 

GLUTEN FREE EXPO 2016: UN CARATTERE SEMPRE PIU’ INTERNAZIONALE

_dsc9910

Gluten Free Expo 2016 si conferma come una manifestazione dal forte carattere internazionale, non solo per la presenza di espositori esteri provenienti da tutto il mondo, ma anche per quanto riguarda i professionisti. Infatti, quest’anno è stato attivato il programma di incoming  che coinvolge buyers provenienti da 15 paesi europei con 242 incontri B2B. Confermata anche la presenza di delegazioni estere da tutto il mondo.

Durante questa edizione saranno presenti i maggiori leader del settore food senza glutine che coprono tutta la filiera produttiva dai macchinari, alle materie prime, semilavorati e prodotti finiti.

Anche quest’anno è stato riservato ampio spazio agli eventi con più di 70 show cooking nei due laboratori attrezzati Master Lab e Pizza Lab e attività dedicate ai professionisti e oltre 40 ore di conferenze e dibattiti con focus di approfondimento sul mercato gluten free.

Tra gli eventi da non perdere spicca la prima edizione dei Gluten Free Awards che premiano l’impegno delle aziende espositrici che si sono distinte nell’ideazione e realizzazione di prodotti distribuiti da giugno 2015 a giugno 2016.

Inoltre, grazie alla collaborazione con AILI, durante il Gluten Free Expo verrà presentato in anteprima europea il primo marchio italiano e europeo che identifica e certifica i prodotti lactose free e dairy free, denominato Lfree. Si tratta di un appuntamento importante anche in vista della prima edizione di Lactose Free Expo che si terrà in contemporanea con la sesta edizione di Gluten Free Expo dal 18 al 21 novembre 2017 alla fiera di Rimini.

E ancora, ritorna il Campionato Europeo di pizza senza glutine: la seconda edizione si terrà lunedì 21 novembre nel Pizza Lab organizzato in collaborazione con la rivista Pizza e Pasta Italiana e che vedrà impegnati pizzaioli professionisti da tutta Europa.

Per scoprire queste e tutte le altre novità della quinta edizione del Gluten Free Expo e incontrare i maggiori produttori del mercato senza glutine l’appuntamento da segnare in agenda è dal 19 al 22 novembre 2016 a Rimini Fiera.

Per maggiori informazioni e visionare il programma completo: www.glutenfreeexpo.eu

Mangiaregiusto supporta la commercializzazione dei prodotti free from

gfe2016

Mangiaregiusto.it sarà presente a Gluten Free Expo, manifestazione della quale siamo media partner fin dalla prima edizione, con un proprio stand espositivo (Pad. A7 Stand G7).

Il nostro presidio in fiera e il convegno MARKETING DEL GLUTEN FREE – Dalle certificazioni al food storytelling, organizzato nell’ambito della manifestazione saranno l’occasione per presentare agli operatori i servizi svolti da Mangiaregiusto per supportare le attività commeciali e di marketing nella filiera del “free from”.

 

 

RELAZIONI PUBBLICHE

Eventi

Organizziamo eventi aziendali fornendo servizi a 360° (ricerca location, collaborazione

per la definizione dei contenuti, logistica, comunicazione)

Business meeting

Favoriamo occasioni di incontro fra operatori della filiera, coinvolgendo industria e distribuzione.

Press

Abbiamo un’attività continuativa di ufficio stampa sulle testate specializzate in ambito retail e sulla stampa consumer.

 

FOOD STORYTELLING

Raccontiamo le storie che parlano del vostro brand.

Ci rivolgiamo ai vostri clienti, ai vostri distributori, ai vostri partner e anche a figure aziendali che possiamo trasformare in veri e propri brand ambassador.

Lo facciamo con mezzi diversi (racconto, fotografia, video) e su canali diversi, privilegiando i social media.

 

ATTIVITA DI RICERCA

Realizziamo analisi qualitative sull’andamento di mercato di numerose categorie merceologiche.

Svolgiamo in particolare un’attività di survey e audit per individuare tendenze e dinamiche del mondo retail, lavorando su panel profilati. Incrociando i dati con quelli di autorevoli Istituti di rilevazione siamo in grado di fornire studi dettagliati su tendenze e opportunità dei mercati trattati.

 

SCOUTING ITALIA E LEAD GENERATION

Attività di marketing finalizzata alla ricerca, selezione e contatto di prospect con l’obiettivo di facilitare contatti commerciali e/o aprire nuovi contatti distributivi.

Creazione e implementazione di network di contatti profilati per la costruzione database commerciali.

 

SCOUTING COMMERCIALE ESTERO

Attività di ricerca e selezione di nuovi prospect, strutturata come un’efficiente attività di marketing e promozione con l’obiettivo di facilitare contatti commerciali e/o aprire nuovi contatti distributivi all’estero.

L’attività di scouting ha il duplice obiettivo di fornire all’Azienda un’analisi del suo target e della sua offerta sulla base dei riscontri ottenuti, e creare un network di contatti profilati per la costruzione di database commerciali, aprendo un canale diretto con il mercato internazionale. 

 

WEB CONTENT

Realizziamo siti internet con una particolare attenzione agli aspetti di content marketing e storytelling.

Realizziamo articoli, inchieste, pillole di informazione on demand per realtà che hanno già una presenza strutturata sul web e necessitano di implementazione di contenuti.

 

SOCIAL MEDIA

Sviluppiamo progetti di comunicazione, marketing e lead generation basati sull’utilizzo dei social media (definizione social strategy, attivazione e implementazione canali, produzione contenuti, ricerca contributor e testimonial, attivazione e sviluppo blog).

 

EDITORIA AZIENDALE

Ci occupiamo dello sviluppo e dello start up di progetti editoriali per aziende che intendono comunicare con un proprio house organ o newsletter.

La nostra competenza è maturata in 20 anni di lavoro su mezzi cartacei, ma abbiamo un’attenzione particolare per l’editoria online. Il nostro approccio per la stampa tradizionale e il web publishing è analogo, e prevede tutte le fasi di lavoro.

Per saperne di più venite a visitarci in fiera, partecipate al convegno in sala Tiglio 1 il 21 novembre alle 15 o contattateci per un appuntamento: mob. 333 9892564 marketing@mangiaregiusto.it

 

firma_mangiaregiusto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per contatti e approfondimenti:

 

Elisabetta Orlandi, Project Manager

marketing@mangiaregiusto.it

Food e farmacia, un rapporto difficile

dati_di_mercato_farmacia_free_from

A Mangiaregiusto 2016 si  è parlato del mercato dei prodotti free from nei diversi canali distributivi, con un approfondimento dedicato alla farmacia, che per l’acquisto di prodotti legati alla salute rimane il punto vendita di elezione per il consumatore.

Ma i dati presentati da Simona Tarquini di Quintiles IMS evidenziano qualche criticità. Il totale mercato (dati anno mobile terminante ad agosto 2016) mostrano un giro d’affari totale di 160,5 milioni di euro, con una flessione del 4% e addirittura del 25% in parafarmacia, un trend ben diverso rispetto a quello registrato in Gdo:

Il boom del free from nel carrello della spesa

Non per questo, però, le aziende trascurano il canale. Sono quasi 300 i produttori che commercializzano prodotti free in farmacia, con 1.500 referenze vendute nell’ultimo anno a un prezzo medio di 4,05 euro. Nel periodo considerato sono state 150 le aziende che hanno inserito nuovi prodotti, con oltre 400 lanci a un prezzo medio di 3,98 euro per un valore di 11,2 milioni di euro.

Sul trend negativo pesano diversi fattori. La progressiva estensione della possibilità di utilizzo dei buoni emessi dalle Asl per i consumatori celiaci, per esempio. Ma anche una cronica difficoltà di gestione del prodotto alimentare che da sempre caratterizza la farmacia. Problemi legati agli spazi espositivi, allo stoccaggio in magazzino, alla gestione delle scadenze, hanno sempre frenato le potenzialità nel food nel canale e oggi la forte competitività degli altri canali sta facendo il resto. Da una parte l’aggressività commerciale della Gdo, dall’altra la competenza specifica degli specializzati, sono diventati un grosso ostacolo per il farmacista, che deve attuare scelte precise: investire per diventare a sua volta un punto di riferimento per l’alimentazione nei confronti dei propri clienti e pazienti o snellire al massimo gli assortimenti relegando il food a un ruolo di servizio.

Sono disponibili gli atti del Convegno Mangiaregiusto 2016. Per info e approfondimenti: marketing@mangiaregiusto.it

Il boom del free from nel carrello della spesa

dati_di_mercato_gdo_free_from

Il convegno Mangiaregiusto 2016 tenutosi il 6 ottobre scorso a Milano, ha evidenziato come nuovi valori di consumo influenzino gli acquisti degli italiani: consapevolezza, razionalità, naturalità, salubrità, benessere, sostenibilità, socializzazione. L’attenzione a questi valori, unita a esigenze di consumo dettate esigenze particolari, portano a una forte crescita di prodotti con caratteristiche specifiche, sempre più ricercati da consumatori che cercano informazioni sul prodotto, si confrontano, conoscono le caratteristiche degli alimenti che sccelgono. I dati presentati da Alessia Fraulino di Iri evidenziano trend molto interessanti:

  • integrale +19% (442 milioni di euro)
  • soia +9,7% (348 milioni di euro)
  • cereali +6,9% (833 milioni di euro)
  • biologico +22,4% (1.2012 milioni di euro)

(dati Iper+Super+Libero servizio, anno mobile terminante ad agosto 2016)

Il biologico, in particolare, da mercato di nicchia è diventato un vero e proprio fenomeno, grazie anche a una filiera di punti vendita specializzati. Ma anche la Gdo sta leggendo e cavalcando questa opportunità, al punto che la quota della private label è più che doppia rispetto alla loro quota nel totale alimentare.

A crescere nel canale moderno sono anche i prodotti funzionali, con 2.692 milioni di euro di giro d’affari, per un +4,4 per cento. Fra questi, i prodotti “con” si attestano sui 670 milioni di euro (+1,4%) mentre i prodotti “senza” arrivano a 2.022 milioni di euro con un incremento del 5,1 per cento.

Le intolleranze alimentari generano una crescita a due cifre per i prodotti senza glutine “ristretto” (esclusi cioè i prodotti naturalmente senza glutine) e senza lattosio.

  • senza glutine ristretto +22% (175 milioni di euro)
  • senza lattosio +18% (393 milioni di euro)
  • light (senza/bassi in grassi, light) +0,4% (1.145 milioni di euro)
  • senza sale -2,7% (60 milioni di euro)
  • altri senza +0,5% (248 milioni di euro)

Di particolare interesse il mercato del senza glutine, cresciuto di oltre il 20% negli ultimi tre anni, con i primi tre attori del mercato (Molino di Ferro, Schaer e Galbusera) che sviluppano il 38% del totale giro d’affari. Barilla amplia l’offerta, lanciando, dopo la pasta senza glutine, sei referenze nel panificato: biscotti, cracker, farine e merendine). Crescono sotto la media (+7%) le marche del distributore che valgono il 13% del totale.

Molto più concentrato il mercato del senza lattosio, con i primi tre attori che sviluppano il 75% del totale del giro d’affari. Il tasso di crescita è mediamente del 16%, con una quota del 4% delle private label che crescono del 18 per cento. Particolarmente dinamico è il segmento dei formaggi, con una decina di referenze in più sul mercato nell’ultimo anno.

E’ probabilmente anche il successo dei prodotti senza lattosio a frenare la crescita dei prodotti a base di soia che, pur sempre con trend positivi, vede un rallentamento consistente nell’andamento delle vendite. Questo non scoraggia però gli operatori e un big come Granarolo entra nel segmento con il lancio di una linea 100% vegetale (bevande, yogurt, gelati, ecc) affiancandosi a Valsoia, Alpro Soya e Natura Nuova che coprono il 67% del totale del giro d’affari, ma mostrano un trend mediamente negativo.

In generale si riscontra comunque negli ultimi tre o quattro anni una forte attenzione da parte delle aziende top dell’alimentare nell’investire in questo settore lavorando sull’ampliamento dell’offerta.

Sono disponibili gli atti del Convegno Mangiaregiusto 2016. Per info e approfondimenti: marketing@mangiaregiusto.it

 

Mangiaregiusto 2016, canali e mercati a confronto sul free from

convegno-milano

Gli ultimi anni hanno registrato un vero e proprio boom nell’interesse per i prodotti free from sul mercato. Un comparto in realtà composto da mercati molto diversi fra loro, inseriti a loro volta in canali con particolari specificità.

Di questo si  parlato il 6 ottobre a Mangiaregiusto 2016, partendo da un’attenta analisi dei dati di mercato forniti da IRI e da Quintiles IMS:

Food e farmacia, un rapporto difficile

Il boom del free from nel carrello della spesa

I dati al consumo dei due istituti di ricerca sono stati arricchiti dall’importante contributo di Juri Piceni, AD Exmedia – Gruppo Rimini Fiera, che ci ha fornito il punto di vista delle aziende con un’anticipazione dell’Osservatorio nazionale sul comparto alimentare senza glutine che verrà presentato ufficialmente al Gluten Free Expo.

Nel suo intervento Juri Piceni ha annunciato la novità del Lactose Free Expo, l nuova manifestazione fieristica dedicata al mercato dei prodotti senza lattosio che a novembre 2017 affiancherà il Gluten Free Expo.

E proprio sul senza lattosio ci siamo ulteriormente soffermati con Eleonora Zeni, co-founder di Ellefree e responsabile comunicazione di Aili, Associazione Italiana Latto-Intolleranti. Ellefree ha ideato e realizzato il primo marchio italiano che identifica i prodotti destinati a soggetti intolleranti al lattosio.

E’ seguito il confronto con rappresentanti di categorie di consumatori con esigenze diverse. Valeria Invernizzi e Rachele Cesaroni, presidente e vicepresidente di Cibo Amico hanno spiegato la complessità della gestione delle problematiche di soggetti con allergia alimentare, in particolare nella ristorazione scolastica. Carmen Nicchi Somaschi, Presidente dell’Associazione Vegetariana Italiana e Alessandro Tulli, Responsabile commerciale di VeganOk hanno fatto il punto sulla certificazione dei prodotti vegan e vegetariani, mentre Chiara Scaglione, della segreteria del marchio spiga barrata ha illustrato le caratteristiche della certificazione Aic.

La tavola rotonda ha poi visto il confronto con diversi operatori che hanno portato la testimonianza dell’attività in vari canali distributivi: Stefano Passerini, responsabile acquisti della categoria dietetico-salutistico di Aspiag Service per la Gdo, Jonatha Guglielmi, responsabile commerciale di Mamey-Senzaglutine per le catene specializzate, Fabio Ramaroli, presidente di AINC, Associazione Italiano Negozi Celiachia, per  gli specializzati, Barbara Valentini, Responsabile Nutrizione Igiene degli Alimenti Markas, per la ristorazione collettiva.

Il dibattito ha visto un forte coinvolgimento della platea, con una forte attenzione soprattutto sul tema della tutela del consumatore. In particolare nell’ambito del senza glutine sono state sollevate molte domande, e il tema verrà ripreso e approfondito nel corso dell’incontro che Mangiaregiusto organizza a Gluten Free Expo dal titolo Marketing del Gluten Free. Dalle certificazioni al food storytelling (Rimini, Gluten Free Expo, Sala Tiglio 1, 21 novembre ore 15),

Sono disponibili gli atti del Convegno Mangiaregiusto 2016. Per info e approfondimenti: marketing@mangiaregiusto.it

Gluten Free Expo 2016: alcune anticipazioni

_dsc9910

 

Manca poco al taglio del nastro della quinta edizione del Gluten Free Expo, l’unico salone internazionale dedicato ai prodotti e al mercato senza glutine, che si terrà a Rimini Fiera dal 19 al 22 novembre 2016.

Anche quest’anno il Gluten Free Expo, di cui Mangiaregiusto è media partner fin dalla prima edizione, avrà un ampio programma con più di 68 ore di show cooking e più di 40 ore di conferenze e dibatti che coinvolgeranno aziende, professionisti e associazioni di categoria.

A partire dalla cerimonia inaugurale che sarà sabato 19 novembre ci sarà un susseguirsi di eventi dentro l’evento che affiancheranno la parte espositiva.

Ecco alcune anticipazioni:

  • presentazione nuovo Osservatorio sul mercato del senza glutine aggiornato con i dati 2016
  • Gluten Free Awards: coordinati da Tespi Media Group e che coinvolgeranno tutte le aziende presenti
  • convegno di Mangiaregiusto Il marketing del gluten free. Dalle certificazioni al food storytelling
  • collaborazione con Conpait Gelato e Conpait Pasticceria: il mondo del gelato e della gelateria e quello senza glutine si incontreranno per dare vita a show cooking dedicati ai professionisti
  • lunedì 21 novembre ritorna il Campionato europeo di pizza senza glutine in collaborazione con Pizza e Pasta
  • rinnovata la collaborazione con Nonsologlutine che oltre a focus dedicati, ripropone il premio gastronomico #naturalmente e organizza il primo corso di degustazione birre senza glutine in collaborazione con Union Birrai e Union Birrai Beer Tasters
  • riconfermata la collaborazione con Gluten Free Travel & Living con presentazioni e focus
  • convegno organizzato da AIC Nazionale rivolto alle aziende
  • novità: collaborazione con AILI, Associazione Italiana Latto-Intolleranti che presenterà per la prima volta L-Free, il primo marchio italiano e europeo che identifica e certifica i prodotti senza lattosio

 

Per maggiori informazioni e consultare il programma dettagliato: www.glutenfreeexpo.eu

 

« Older Entries