Il senza glutine alla Festa Artusiana 2013

Si è tenuto a Forlimpopoli il 27 giugno il Workshop tecnico-professionale per formatori e coordinatori del settore della ristorazione.

Inserito all’interno dell’ampio programma di appuntamenti della Festa Artusiana 2013, organizzate ogni anno dal Comune di Forlimpopoli, l’incontro è stata l’occasione per parlare di bisogni e richieste dei consumatori e delle risposte che l’horeca deve essere pronto a dare.

Tema centrale dell’incontro è stata la valorizzazione delle produzioni tipiche, per la quale l’ente formativo Civiform ha individuato un catalogo di percorsi formativi modulari che si rivolge a professionisti della ristorazione, formatori e allievi delle scuole alberghiere. Tali corsi si prefiggono l’obiettivo di favorire la crescita individuale e professionale degli utenti, vertendo su filoni tematici  specifici, legati ai prodotti tipici dei Paesi coinvolti nel progetto Adriatic IPA (Italia, Croazia, Bosnia-Erzagovina):

  • prodotti carnei, selvaggina e salumi,
  • prodotti lattiero-caseari,
  • produzione di pasta artigianale.

Per l’occasione Lara Balleri di mangiaregiusto.it è stata chiamata a prendere parte al workshop con un intervento legato ai nuovi bisogni nell’alimentazione in relazione alle esigenze di salute. In questo contesto, il senza glutine rappresenta senza dubbio una frontiera che il ristoratore deve e può affrontare grazie alla corretta formazione e informazione. Meno allarmismo e più consapevolezza dei rischi e delle corrette pratiche di gestione.

Si tratta del primo anno in cui all’interno della Festa Artusiana si tiene un evento che dà spazio anche al senza glutine, sottolineando come ormai costituisca un bisogno ma anche un mercato che va ascoltato e a cui bisogna dare risposte concrete e professionali. La formazione deve essere costante e riguardare tutti i professionisti della ristorazione.

[ilink url=”mailto:lara.balleri@mangiaregiusto.it”]Info[/ilink]